Vai direttamente al contenuto

SBS

Sardinia Bibliographic Services

Sardinia Bibliographic Services
     
  
Forgotten your password?
Subscribe now!

Wolf Suschitzky & The Sardinian Project

le fotografie della campagna antimalarica - Sardegna 1948 e 1950
Wolf Suschitzky & The Sardinian Project - Paolo Piquereddu, Istituto Superiore Regionale Etnografico della Sardegna (ISRE) (2019)

Author/s Paolo Piquereddu
Illustrator/s Wolf Suschitzky
Giulia Cambia
Virgilio Piras
Publisher Istituto Superiore Regionale Etnografico della Sardegna (ISRE)
Edition Nuoro, November 2019
Pages 224 (illustrated)
Genre Arts
Format Paper 
Price € 35,00
Foreword Giuseppe Matteo Pirisi
Release language Italian
Bilingual text on facing pages English

  Further details

The work

Catalogo della mostra omonima. Presenta le immagini del Fondo Suschitzky acquisito dall´ISRE nel dicembre del 2005.
Si tratta di un corpus costituito da circa 1.000 fotografie realizzate in Sardegna nel 1948 e nel 1950 da Wolf Suschitzky quale documentazione del Sardinian Project, la grande campagna contro le cause dell´endemica piaga della malaria condotta dall´ERLAAS (Ente regionale della lotta antianofelica) e finanziato tra gli altri dalla Fondazione Rockefeller, dall´UNRRA e dall´ECA.
Migliaia di operai e tecnici vennero impiegati nella ricerca delle larve della Anopheles Labranchiae, il principale vettore della malaria, nelle operazioni di irrorazione del DDT nelle case di ogni villaggio, nei monumenti, nei fiumi, nelle lagune, nelle campagne, nei pozzi, nei nuraghi, nelle domus de jana. Furono utilizzati aerei, elicotteri, barche, jeep, autocarri…
La macchina fotografica di Suschitzky, all´epoca trentaseienne, ha fissato le operazioni, i volti, i luoghi della campagna antimalarica in immagini straordinarie.

La mostra intende da un lato dar conto, per la prima volta in modo sistematico, del lavoro svolto in Sardegna da uno dei più grandi fotografi e operatori cinematografici inglesi del Novecento, e dall´altro dare il senso delle dimensioni epiche che la campagna antianofelica ha rappresentato per la quantità assolutamente inedita di uomini e mezzi impiegati, rendendo abitabili e utilizzabili grandi estensioni territoriali storicamente malsane e contribuendo significativamente al generale processo di crescita economica e sociale della Sardegna.

 
Top of page   Stampa Print this page   Condividi Share
Sardinia Bibliographic Services
 
  The work