Vai direttamente al contenuto

SBS

Servizi Bibliografici Sardegna

Servizi Bibliografici Sardegna
     
  
Password dimenticata?
Abbonati ora!

Dionigi Burranca

un musicista sardo del Novecento
Dionigi Burranca - Associazione culturale


Autore/i Associazione culturale "Sonus de canna"
A cura di Antonio Leoni
Editore Condaghes
Edizione Cagliari, Settembre 2021
Pagine 496 (illustrato)
Collana Aìnas
Genere Saggistica
Supporto Cartaceo 
Prezzo € 30,00
Presentazione Gianfranco Meloni
Introduzione Antonio Leoni
Roberto Milleddu
Prefazione Ignazio Macchiarella
Lingua di pubblicazione Italiano

  Maggiori informazioni

L'opera

Le vicende umane, e soprattutto artistiche, di un importante protagonista della musica sarda del Novecento, Dionigi Burranca (1913-1995), raccontate attraverso materiali eterogenei: il suo racconto autobiografico, i suoi scritti, gli incontri con importanti studiosi, le sue attività artistiche e didattiche, le testimonianze di quanti hanno avuto modo di incontrarlo e conoscerlo. Il volume è arricchito da preziosi contributi di studiosi e musicisti che propongono riflessioni e analisi sulla produzione musicale del maestro. Completano il tutto un ampio corredo fotografico e 26 tracce musicali inedite, fruibili attraverso QR-CODE

Disìgiu ‘e libertadi (Ballu de càntidu)
S´andada ‘e is ispagnolus de Sardigna
Si torrat u´ pagheddu ‘e libertadi
Si rendit sa persona ancora digna
S´antiga nosta sarda germendadi
Su sonu de sa mùsica nostrana
Nci brintat de su coru in su profundu
Ddu baddat finas genti chen´ ‘e gana
Ca invaghit totu cantus in su mundu
Torreus totu cantus a su ‘raxi
Pregheus totu unius poi is nostus mannus
Torreus a bistiri is nostus pannus
Torreus armoniosus totu in paxi.

(D. Burranca)

 

Note

Antonio Leoni (noto come Tonino), nato a Samatzai nel 1959, residente a Monserrato, è stato tra i soci fondatori, assieme a D. Burranca, dell´Associazione culturale “Sonus de Canna”.Ha pubblicato, per le edizioni Nuove Grafiche Puddu, i volumi: “Sa Storia Nosta – Samatzai: storia di un´antica comunità” nel 2003; “Su Logu Nostu – Samatzai e il suo territorio” nel 2004. Nel 2008, per le edizioni Condaghes, assieme agli altri soci di “Sonus de Canna”, ha curato la realizzazione del volume: “Is Sonus – Faidùra e impàru de is sonus de canna (Costruzione e apprendimento delle launeddas). Nel 2010 ha curato, assieme ad altri autori, il volume “Sa roba tèssia – La collezione del giudice Cocco”, a cura di Colette Podda, pubblicato per conto dell´Unione dei Comuni del Basso Campidano (Villasor, San Sperate, Monastir, Ussana, Nuraminis, Samatzai). Dal 2016 è tra i redattori di “Cuntzertus, Annuariu de is launeddas” a cura di “Assòtziu Launeddas Sardìnnia”, un nuovo grande organismo costituitosi recentemente che vede associati 90 suonatori e 12 associazioni affiliate, tra quelle che storicamente si sono sempre occupate di launeddas, tra le quali anche “Sonus de Canna”.

Inizio pagina   Stampa Stampa questa pagina   Condividi Condividi
Servizi Bibliografici Sardegna
 
  L'opera
  Note