Vai direttamente al contenuto

SBS

Servitzios Bibliograficos Sardos

Servitzios Bibliograficos Sardos
     
  
Password ismentigada?
Abònadi como!

XVII MOSTRA REGIONALE DEL LIBRO IN SARDEGNA

Abbenimentos | Zoy, 26 Abrile 2018 09:00 - Dom, 29 Abrile 2018
Si rinnova anche questŽanno lŽappuntamento con la Mostra regionale del Libro in Sardegna, la storica manifestazione che, giunta alla sua diciassettesima edizione, propone e presenta il meglio dellŽeditoria isolana. Con il tema ŽMediterraneo: racconti di cultura e libertàŽ, da giovedì 26 a domenica 29 aprile a Macomer saranno oltre settanta gli appuntamenti in programma, tra presentazioni, dibattiti, spettacoli, mostre, proiezioni e concerti, che vedranno protagonisti nomi come lo storico Manlio Brigaglia, lŽarcheologo Giovanni Ugas, il musicista Luigi Lai, lo scrittore Antonello Pellegrino, il fotografo Domenico Ruju, Annitta Garibaldi e Gian Nicola Cabizza. In programma anche un incontro dedicato allo scrittore Giulio Angioni.

Il cartellone, forte dei titoli dellŽeditoria sarda, accoglierà inoltre negli spazi delle ex Caserme Mura anche autori italiani e di livello internazionale come la danzatrice e pittrice Simona Atzori, la rivelazione Sasha Naspini (autore del romanzo ŽLe Case del malcontentoŽ), il vincitore del Premio Strega Giovani Giuseppe Catozzella, lŽavvocato Massimiliano Battagliola, lo studioso di questioni internazionali Vittorio Emanuele Varsi, il giornalista Vindice Lecis, lo scrittore Pietro Caliceti, il giornalista Sergio Frau, lo scrittore tunisino Anis Ezzine e il regista Andrea Segre.

Un programma ricco e variegato, impreziosito dalle mostre ŽNovecentoŽ di Antonello Fresu e ŽLa Sardegna nel cuoreŽ dedicata al pittore e incisore Mario Delitala, oltre che dai concerti che vedranno sul palco i Tazenda, il trio jazz Kerlox Dynamic 3, il maestro Luigi Lai e in unŽunica straordinaria serata il duo sardo Elva Lutza, il provenzale Renat Sette e la catalana Ester Formosa.

La Mostra, promossa e organizzata dallŽassessorato regionale della Pubblica Istruzione, Beni Culturali, Informazione, Spettacolo e Sport e dal Comune di Macomer dŽintesa e con la collaborazione progettuale dellŽAssociazione Editori Sardi, insieme al Centro Unla e a Verbavoglio Libreria Emmepì, si conferma dunque come un appuntamento centrale nel panorama culturale sardo, capace di stimolare il dibattito su un tema importante come quello legato al Mediterraneo. La necessità di comunicazione e contaminazione tra culture, verso lŽincontro e oltre lo scontro, verso la mentalità dello scambio e non della chiusura e dellŽisolamento, è sempre più forte e sentita ed è infatti al centro del cartellone di questŽanno. In questa direzione va lŽimpegno dellŽamministrazione comunale di Macomer, che rinnova il suo impegno riguardo una manifestazione importante a livello non solo regionale, e che punta ad essere sempre più un luogo di incontro tra i protagonisti della cultura e dellŽeditoria.

Attorno a questa traccia ruoteranno anche le iniziative dellŽAES, allŽinterno delle due sezioni ŽTra isola e mondo. Incontri con gli autoriŽ e ŽAdotta un libro sardo. Incontri con le scuoleŽ, dove trovano spazio circa trenta appuntamenti, suddivisi nelle sub-aree tematiche ŽGiustizia e libertàŽ, ŽMediterraneo. Cultura e libertàŽ, ŽSardegna. Cultura e MediterraneoŽ e ŽNarrativaŽ. Saranno quindi presentate le più recenti pubblicazioni sulla storia della nostra isola, antica medievale e contemporanea, volumi sul banditismo, recenti approfondimenti sulle figure di Gramsci e Garibaldi da punti di vista inediti, per passare al romanzo storico, alla narrativa, alla poesia e non ultimo, alla lingua sarda.

LŽAES ritorna questŽanno alla Mostra del libro in Sardegna con i trentatré editori più importanti dellŽisola e le novità librarie più interessanti del momento. AllŽiniziativa, infatti, aderiscono le case editrici Abbà, Aipsa, AM&D, Arkadia, Condaghes, Cuec, Edizioni della Torre, Edizioni Enrico Spanu, Gia Editrice, La Zattera e Logus Mondi interattivi, tutti di Cagliari. Carlo Delfino Editore, Catartica, Edes, Magnum e Mediando di Sassari. Ilisso, Imago Multimedia, Il Maestrale, Papiros e Poliedro provenienti da Nuoro. Alfa Editrice e GC Edizioni di Quartu SantŽElena, Iskra e Nor di Ghilarza, Domus de Janas di Sestu, Grafica del Parteolla di Dolianova, Nemapress di Alghero, Paolo Sorba di La Maddalena, Phileas di Aggius, Ptm di Mogoro, Soter di Villanova Monteleone e Taphros di Olbia.

LE ANTEPRIME
Il via alla Mostra, previsto per giovedì 26 aprile, sarà preceduto da una ricca anteprima che partirà lunedì 23 con lŽinaugurazione di due mostre. Alle 11 nei locali Ex Alas si alza il sipario su ŽNovecentoŽ, il progetto artistico di Antonello Fresu, a cura di Giannella Demuro e di Ivo Serafino Fenu, realizzato in collaborazione con il Pav - Progetto Arti Visive dellŽassociazione culturale Time in Jazz e la Pinacoteca Contini di Oristano.
Alle 12 ci si sposta invece al centro culturale Casa Attene dove verrà inaugurata la mostra ŽLa Sardegna nel cuore. LŽarte. Mario DelitalaŽ dedicata allŽartista sardo di cui saranno esposte tavole, tele e incisioni. La mostra viene presentata in collaborazione con il Banco di Sardegna ed è curata della Società Cooperativa Esedra e dellŽassociazione Pro Loco Macomer.

Lunedì 23 e martedì 24 al Padiglione Tamuli spazio anche al teatro ragazzi con la compagnia Bocheteatro che alle 11.30 porta in scena lo spettacolo dedicato a Costantino Nivola ŽSu muru prinzu - Il muro incintoŽ, tratto dalla biografia ŽMemorie di OraniŽ.
Sempre il Padiglione Tamuli delle ex Caserme Mura, il collaborazione con il Cedac martedì 24 la Mostra ospiterà il concerto dei Tazenda. A partire dalle 21 lo storico gruppo riproporrà i suoi più grandi successi e i nuovi brani che hanno riportato il gruppo allŽattenzione della scena musicale italiana.

IL PROGRAMMA:

GIOVEDÌ 26 APRILE
La diciassettesima edizione della Mostra del Libro in Sardegna verrà inaugurata giovedì 26 aprile alle 10 presso il Padiglione Tamuli delle ex Caserme Mura. Ai saluti del Sindaco di Macomer Antonio Onorato Succu seguiranno gli interventi dellŽassessore regionale della Pubblica Istruzione, Beni Culturali, Informazione, Spettacolo e Sport Giuseppe Dessena, dellŽassessore alla Cultura del Comune di Macomer Tiziana Atzori, della presidente dellŽAES Simonetta Castia, del direttore del Centro Unla Giancarlo Zoccheddu e della presidente di Verbavoglio Libreria Emmepì Luciana Uda.
Gli eventi AES prendono il via alle 10.30 con la cerimonia di premiazione (presso il Padiglione Filigosa) della sesta edizione del premio internazionale Ennio Zedda, organizzato dallŽAssociazione Hybris - Centro Internazionale del fumetto di Cagliari in collaborazione con AES. LŽanimazione sarà protagonista anche alle 11 con la proiezione del cortometraggio ŽNausicaa. LŽaltra OdisseaŽ, di Bepi Vigna (in collaborazione con AES).
Alle 12.15 la Mostra del Libro stringerà un gemellaggio con il Festival della Cultura Mediterranea di Imperia, alla presenza della sua referente Pinuccia Fiori.
Negli spazi della Ex Alas, Daniele Monachella alle 11.30, sarà il protagonista di ŽDalla carta alla voce: leggere con le orecchieŽ dallŽaudiolibro ŽUn anno sullŽaltipianoŽ, in collaborazione con la casa editrice Emons.
ŽTra Isola e MondoŽ è una delle sezioni maggiormente significative della Mostra, caratterizzata dallŽincontro con gli autori. Sono quattro gli appuntamenti previsti nel pomeriggio di giovedì presso il Padiglione Filigosa e moderati dal giornalista Salvatore Taras. Si parte con ŽSŽomine chi prantaiat àrboresŽ di Jean Giono, Edizioni Papiros, che sarà illustrato da Diego Corraine. Alle 17.15 spazio alla storia della Sardegna con il volume ŽMariano IV dŽArborea e la Guerra nel Medioevo in SardegnaŽ, Edizioni Condaghes, una dettagliata analisi sulla figura dello judike arborense nel conflitto con la Corona dŽAragona, che sarà approfondita assieme allŽautore Andrea Garau. Alle 18 Valeria Pecora presenta ŽIl profumo della mimosaŽ di Claudia Musio, Edizioni La Zattera, un romanzo ambientato a Cagliari che racconta le vicende di una giovane al servizio di una modista, che combatte per realizzarsi e trovare finalmente la sua strada.
Alle 18.45 spazio a un interessante volume presentato da Marco Ligas, ŽUna storia. La Sardegna e il mondo negli scritti del Manifesto SardoŽ, CUEC Editrice. LŽautore dialogherà con i giornalisti Roberto Loddo, Ottavio Olita e Vito Biolchini.
Alle 19.00 arriva al Padiglione Tamuli uno degli ospiti più attesi della Mostra. Sacha Naspini, in dialogo con il giornalista Giovanni Dessole, presenta il suo romanzo ŽLe Case del malcontentoŽ (edito da e/o). Con una lingua piena di venature dialettali ma classica e letteraria allo stesso tempo, Naspini ha stupito critica e pubblico con romanzo che gioca con suggestioni care al giallo, al thriller psicologico, al gotico, al memoir storico e alla favola nera.
La prima giornata della Mostra del Libro di Macomer si chiuderà alle 21 al Padiglione Tamuli con il recital della compagnia Mab Teatro ŽHo tanti ricordi come se avessi cento anniŽ, ispirato a ŽUn anno sullŽaltipiano di Emilio LussuŽ. In scena lŽattore Daniele Monachella, accompagnato alla chitarra classica e loop station da Andrea Congia, e alle launeddas e alle percussioni di Jonathan Della Marianna.

VENERDÌ 27 APRILE
Si preannuncia ricchissima di appuntamenti anche la seconda giornata della Mostra.
Al Padiglione Filigosa, per la sezione ŽTra Isola e MondoŽ, si inizia alle 11 con il libro ŽStoria della Sardegna. Dalla preistoria ad oggiŽ. A presentarlo nella sua nuova edizione (pubblicata dalle Edizioni Della Torre), lo storico e intellettuale Manlio Brigaglia che dialogherà Salvatore Tola.
ŽLa madre del paneŽ è invece il titolo del volume curato da Giovanni Antonio Farris e Manuela Sanna, pubblicato da Carlo Delfino Editore e che sarà presentato alle 11.40. Un dibattito arricchirà lŽappuntamento, incentrato su di un tema di fondamentale importanza per chi studia le tradizioni dellŽisola.
Nel pomeriggio di venerdì 27, presso il Padiglione Filigosa, la sezione ŽTra Isola e MondoŽ proporrà quattro incontri con gli autori, moderati dal giornalista Vito Biolchini.
Ad aprire il programma ŽIl mondo di Gramsci. Da Ales alla rivoluzione russaŽ, Iskra Edizioni, che sarà illustrato dagli autori Sandro Dessi e Viviana Faedda. Attraverso il linguaggio del fumetto e dellŽillustrazione, lŽopera ripercorre in tre volumi lŽitinerario del grande pensatore a partire dai modesti luoghi che hanno contribuito a determinarne la non comune personalità, fino alle grandi metropoli industriali e alla vita carceraria che si conclude con la morte nel Ž37.
Alle 17.15 Antonello Pellegrino presenta la sua trilogia di romanzi ambientati nella Sardegna antica, ŽBronzo. Dalla scura terra. Le vie dellŽambraŽ, Condaghes Edizioni. Scienza e letteratura si incontrano invece alle 18, nella presentazione di Gian Nicola Cabizza dellŽŽAtlante astronomico della Divina CommediaŽ, Mediando Edizioni, un interessante focus sulle conoscenze del cielo da parte del sommo poeta. Alle 18.45, Edizioni Della Torre propone ŽShardana e Sardegna. I Popoli del Mare, gli alleati del Nord Africa e la fine dei Grandi Regni XV-XII secolo a.C.Ž che sarà illustrato dallŽautore Giovanni Ugas.
Ma nella serata di venerdì cŽè spazio anche per la narrativa. ŽE tu splendiŽ (Feltrinelli) racconta la storia di un bambino, figlio di immigrati lucani a Milano, che trascorre unŽestate a casa dei nonni in un paesino della Basilicata e trova nascosta dentro lŽantica torre normanna una famiglia di sette stranieri, compreso un bambino di nome Josh. Il romanzo si confronta così col razzismo e i meccanismi dei rifiuto. Il suo autore, Giuseppe Catozzella, è considerato uno dei giovani emergenti della narrativa italiana. LŽappuntamento è sul palco di Tamuli dove alle 19 lŽautore (vincitore del Premio Strega Giovani) sarà intervistato dal giornalista Giovanni Dessole.
La seconda giornata della Mostra si chiuderà in musica, con il concerto del trio jazz Kerlox Dynamic 3 in programma alle 21 sul palco del Padiglione Tamuli e organizzato in collaborazione con OrganSound. In scena Carlo Mascolo (trombone e oggetti sonori), Domenico Saccente (fisarmonica e tastiere) e Felice Furioso (batteria e cupa cupa bassa).

SABATO 28 APRILE
Programma ricchissimo anche quello della giornata di sabato 28 che si aprirà alle 10 al Padiglione Filigosa con lŽappuntamento ŽGiustizia e LibertàŽ, dedicato allŽapprofondimento di uno dei temi più scottanti, quello sui rapporti tra cittadini e magistratura. Dopo i saluti del presidente dellŽOrdine degli Avvocati di Oristano Donatella Pau, sarà il magistrato del Tribunale di Nuoro Mauro Pusceddu a presentare il libro di Giacomo Ebner (magistrato del Tribunale di Roma) ŽDodici qualità per sopravvivere in tribunaleŽ. A seguire, alle 11, il tema della giustizia verrà approfondito dallŽincontro con Massimiliano Battagliola, autore del volume ŽSaverio De Sario: un clamoroso caso giudiziarioŽ e che dialogherà con il giornalista Vito Biolchini.
Seppur inserito nella sezione ŽTra Isola e MondoŽ, lŽappuntamento delle 12 (sempre al Padiglione Filigosa) si inserirà nello stesso filone tematico. ŽBanditismoŽ è infatti il libro scritto dal giornalista Mario Guerrini, edito dalla Gia, che ripercorre gli anni più duri del fenomeno delinquenziale che sconvolse lŽisola. LŽautore dialogherà con il giornalista Vito Biolchini.
Ben sette appuntamenti caratterizzeranno il pomeriggio di sabato. Al Padiglione Filigosa, per la sezione ŽTra Isola e MondoŽ, con il coordinamento del giornalista Salvatore Taras si parte alle 16.30 con la presentazione di ŽEva cantaŽ di Maria Tiziana Putzolu Mura, Aipsa Edizioni. Partecipa con lŽautrice il musicologo Ignazio Macchiarella, mentre gli interventi musicali del coro ŽSu Concordu OrtigalesuŽ di Bortigali arricchiranno lŽincontro.
Per gli appassionati di fotografia e di paesaggi sardi, alle 17.15 Domenico Ruiu presenta ŽSardegna. 20 fotografi di naturaŽ, Carlo Delfino Editore, unŽopera che attraverso sensazionali immagini scattate in momenti e luoghi particolari, descrive le mille sfaccettature di unŽisola straordinaria. Alle 18, nellŽappuntamento dal titolo ŽRacconti di cultura e libertàŽ, la figura di Giuseppe Garibaldi sarà al centro di due pubblicazioni edite da Paolo Sorba. Annita Garibaldi Jallet presenta ŽManlio. Romanzo contemporaneoŽ, di Giuseppe Garibaldi e ŽGaribaldi. Orizzonti mediterraneiŽ, a cura di Annita Garibaldi Jallet e Annamaria Lazzarino.
Ricca anche lŽofferta presso il Padiglione Tamuli. Qui alle 16.30 arriva uno degli ospiti più attesi della Mostra: Simona Atzori. Una grave disabilità non le impedisce di essere una danzatrice e pittrice di fama internazionale, e ora anche autrice di volumi di successo. A Macomer Atzori presenterà il suo ultimo libro ŽLa strada nuovaŽ (Giunti), in cui racconta il percorso eccezionale che lŽha portata a scoprire le sue potenzialità e insieme ad accettare i propri limiti.
Alle 17.30 spazio invece a Pietro Caliceti, autore di ŽBitglobalŽ (Baldini&Castoldi). Caliceti appassiona il lettore con un legal thriller di grande efficacia, un romanzo segnato da un ritmo mozzafiato che offre un dissacrante spaccato del mondo della finanza e dei grandi studi legali, e unŽaffascinante analisi delle origini e delle contraddizioni irrisolte del sistema monetario attuale. Calicetti dialogherà con il giornalista Vito Biolchini.
Docente di Relazioni internazionali nellŽUniversità Cattolica di Milano, Vittorio Emanuele Parsi è lŽautore del volume ŽTitanic, il naufragio dellŽordine liberaleŽ (Il Mulino), in cui si esamina la difficile situazione geopolitica internazionale. A dialogare con lŽautore a partire dalle 18.30 saranno Rodolfo Ragionieri e Giovanni Cocco.
Due straordinari appuntamenti di cinema e musica chiuderanno la giornata di sabato 28 aprile. Alle 19 al Padiglione Filigosa, alla presenza del regista Andrea Segre, si proietta il film ŽLŽordine delle coseŽ, presentato allŽultima edizione della Mostra del Cinema di Venezia e incentrato sulle drammatiche vicende che vedono protagonisti i migranti che, partendo dalla Libia, raggiungono le nostre coste. LŽappuntamento è organizzato in collaborazione con lŽassociazione Sardegna-Palestina.
Alle 21 la giornata si chiuderà al Padiglione Tamuli con lo straordinario incontro-concerto che vedrà protagonista il maestro delle launeddas Luigi Lai. LŽappuntamento, a cura di Edizioni Beranu e dellŽAES, vedrà in scena anche Fabio Vargiolu e sarà lŽomaggio della Mostra di Macomer ad un gigante della cultura sarda proprio nel giorno di Sa Die de sa Sardigna.

DOMENICA 29 APRILE
LŽultima giornata della diciassettesima edizione della Mostra del Libro in Sardegna, domenica 29 aprile, proporrà ben dieci appuntamenti. Si parte alle 10.30 al Padiglione Filigosa con lŽincontro con lo scrittore tunisino Anis Ezzine che presenta il suo libro ŽEl fingaŽ. Avvocato e ritenuto il miglior autore tunisino nel 2017, Ezzine nel suo romanzo ha raccontato la Rivoluzione dei Gelsomini che tra il 2010 e il 2011 ha visto la Tunisia passare dal regime di Ben Ali ad una nuova stagione di democrazia.
Per la sezione ŽTra Isola e MondoŽ alle ore 11.30 al Padiglione Filigosa la Mostra renderà il suo sentito omaggio allo scrittore Giulio Angioni, uno degli autori più significativi della Sardegna del dopoguerra. A un anno dalla scomparsa, studiosi e intellettuali si incontrano per tracciare un profilo dellŽuomo, antropologo e artista. ŽDa Oremari a Anninnora attraverso TempusŽ è il titolo dellŽincontro curato dallŽAES e a cui parteciperanno Paolo Lusci, Maurizio Virdis, Susanna Paulis, Bastiana Madau e Roberto Serra.
Ricco il programma di presentazioni pomeridiane, che si articoleranno tra i due padiglioni delle ex Caserme Mura. Per la sezione ŽTra Isola e MondoŽ si parte alle 16.30 al Filigosa con le traduzioni in inglese, spagnolo e sardo del romanzo di Grazia Deledda ŽLa madreŽ (Nor Edizioni). Ne parlano Gianni Muroni e Francesco Cheratzu.
A partire dalle 17.00 al Padiglione Tamuli, spazio al reading di poesia e musica Ž#tiamoŽ, protagonista lo youtuber Francesco Sole che sarà accompagnato dal pianista Massimo DŽAlessio in un incontro dedicato ai più giovani.
Di nuovo per la sezione ŽTra Isola e MondoŽ, alle 17.10 arriva un momento interessante per gli appassionati di linguistica sarda, il ŽDizionario minimo Sardo Corso SicilianoŽ (Taphros Editrice). È uno studio di comparazione, per affinità logiche e foniche, di una serie imponente di termini della Corsica, della Sardegna e della Sicilia. LŽautore Emilio Aresu illustrerà il volume in compagnia di Quintino Mossa. Al centro della discussione sarà la questione del Mediterraneo e degli scambi linguistici che da sempre lo hanno caratterizzato.
Alle 17.50 Salvatore Taras intervisterà Elisa Fonnesu, autrice di ŽA colpi di cuore mi attraversa il mareŽ, il libro che inaugura la sezione Poesia della collana Prospettive della CUEC Editrice.
La sezione ŽTra Isola e MondoŽ terminerà alle 18.30 con Alessandro Fanile che, insieme a Neria De Giovanni, presenterà il suo ŽElnamuiŽ (Nemapress).
Per la chiusura della Mostra ci si sposta invece al Padiglione Tamuli. Qui alle 18.30 Vindice Lecis, intervistato dal giornalista Vito Biolchini, presenta il suo ultimo libro ŽIl Nemico. Intrighi, sospetti e misteri nel Pci della Guerra FreddaŽ (edizioni Nutrimenti).
Un incontro che precede lŽappuntamento finale che vedrà protagonista alle 19.00 il giornalista Sergio Frau che presenterà ŽOmphalos. Il primo centro del mondoŽ (edizioni Nur). Scopritore della vera collocazione delle Colonne dŽErcole, nel suo libro Frau restituisce un senso (ma anche una geografia reale) alle parole degli antichi e allŽisola di Atlante indentificata da Frau nella Sardegna, e  che fino al XII secolo a.C. funzionò da Žmontagna cosmicaŽ per tenere in ordine spazio e tempo nella preistoria.
La XVII edizione della Mostra regionale del Libro in Sardegna chiuderà in musica con ŽLimbas. Viaggio musicale nei lidi del Mediterraneo occidentaleŽ, un concerto di brani tradizionali rielaborati e giustapposti ad altri di composizione originale, realizzati dal duo sardo Elva Lutza (formato da Gianluca Dessì e Nico Casu), dalla cantante-attrice catalana Ester Formosa e il trovatore provenzale Renat Sette.

ANTEPRIME PER LE SCUOLE
La mostra offre in programma anche diverse anteprime per le scuole. Lunedì 23 e martedì 24 Chiara Lorenzoni terrà dei laboratori per la scuola dellŽinfanzia e le scuole primarie.
Negli spazi della Biblioteca comunale saranno invece tre i laboratori rivolto a insegnanti e genitori tenuti da Mara Durante in collaborazione con lo studio logo-psicopedagocico Trebisonda. ŽPerché leggere ai bambini? Bisogno di storie e ŽgratuitàŽ della letturaŽ sarà il tema del primo incontro, in programma sabato 21 dalle 17.30. Sabato 28 alle 17.30 si approfondirà invece il tema ŽQuali libri leggere? Criteri di scelta per orientarsi nel panorama letterario per lŽinfanziaŽ, mentre venerdì 4 maggio si parlerà di ŽCome leggere ai bambini. Stili di lettura e comprensione testualeŽ.

ŽADOTTA UN LIBRO SARDOŽ: PRESENTAZIONI NELLE SCUOLE
Di significativa importanza sono anche gli incontri con le scuole inseriti allŽinterno del progetto a firma AES, iniziati in anteprima dal 16 aprile allŽIstituto Binna Dalmasso, dove Diego Corraine (Papiros) ha presentato i ŽMinicubeddosŽ, mentre Maria Teresa Rosu con Giuseppe Porcu (Condaghes) hanno parlato di ŽGrogu, il piccolo sole a nascondinoŽ, e Simone Sanna (Taphros) hanno conversato con gli scolari de ŽLa voce di MariaŽ e ŽSnowflakeŽ.
Le iniziative proseguono il venerdì 20 aprile con Giorgio Corso (Iskra), che parlerà di ŽTutta lŽacqua che non avrai visto cadereŽ agli studenti della IIc. Il 23 aprile gli studenti dellŽIstituto tecnico Satta incontrano Giovanni Fara (Catartica Edizioni) per argomentare delle Fiabe dei Fratelli Grimm. Apologhi, racconti torinesi, racconti di Ghilarza e del carcere di Antonio Gramsci. Grogu (Condaghes) e Minicubeddos (Papiros) saranno presentati ancora una volta il 23 aprile allŽIc Caria, con Maria Teresa Rosu e Diego Corraine. Mentre il giovedì 26 al liceo Galilei, Ivan Gambella (Arkadia) parlerà di ŽBulli, gregari e vittimeŽ, e lŽattrice Marta Proietti Orzella coinvolgerà gli studenti della II e della III Primaria del plesso di Santa Maria dellŽIstituto Caria in un laboratorio didattico basato sulla letture dellŽAlbero del riccio e altre storie della buonanotte di Antonio Gramsci, (Edizioni Abbà)
Sabato 28 aprile gli studenti della IV e della V del Liceo Scientifico Mossa di Olbia alle 11 incontreranno lo storico Manlio Brigaglia al Padiglione Filigosa, per parlare di ŽStoria della Sardegna. Dalla preistoria ad oggiŽ in occasione della presentazione della celebre opera (Edizioni Della Torre).

PRESENTAZIONI PER I RAGAZZI E LE SCUOLE
Alcuni protagonisti della mostra dedicheranno ai ragazzi e alle scuole alcuni incontri speciali.
Giovedì 26, alle 11.30 presso il Padiglione Tamuli, Sacha Naspini presenta ŽLe Case del malcontentoŽ, mentre venerdì 27 (sempre alle 11.30) sarà allŽEx Alas. A seguire Andrea Pau presenterà ŽIl T3rzo pianoŽ.
Sempre venerdì 27 (11.30, Tamuli), Giuseppe Catozzella presenterà per i ragazzi delle scuole superiori il suo romanzo ŽE tu splendiŽ.

LABORATORI E SPETTACOLI PER RAGAZZI, BAMBINI E SCOLARESCHE
Dal 26 al 29 aprile, allŽinterno della Tensostruttura allestita tra i due padiglioni nelle ex Caserme Mura, ma anche presso la biblioteca e le scuole, Alessandro Gatti terrà laboratori e attività di animazione. LŽassociazione Chine Vaganti terrà invece laboratori di scrittura e fumetto venerdì 27 alle 11.30 e 16.30 allŽEx Alas.
Venerdì 27 aprile alle 10 al Padiglione Tamuli va invece in scena lo spettacolo per ragazzi ŽCerti maestriŽ a cura dellŽassociazione Chine Vaganti.

PROGETTO ŽNATI PER LEGGEREŽ
Sarà il Padiglione Filigosa ad ospitare venerdì 27 alle 10 la presentazione del progetto ŽNati per leggereŽ. Ad illustrarlo Magda Sanna (presidente della Sezione Sardegna dellŽAssociazione Italiana Biblioteche), Paola Cardo (referente regionale di Nati per Leggere) e la coordinatrice del progetto Antonella Pinna. Un laboratorio di lettura a bassa voce con una classe della Scuola dellŽinfanzia, a cura del Centro Regionale di documentazione Biblioteche, suggellerà la presentazione.

NATURARCHEORIENTEERING E LABORATORI
Giovedì 26 e venerdì 27 aprile, presso lŽarea archeologica di Tamuli, torna il Naturarcheorientering: a partire dalle 9.30 i ragazzi dovranno destreggiarsi in una gara di orientamento, resa più avvincente dalla risoluzione di quiz e indovinelli inerenti la natura e lŽarcheologia, le ricostruzioni di suppellettili o oggetti del passato. Ad organizzare lŽappuntamento sono la Società Cooperativa Esedra e lŽassociazione Pro Loco di Macomer, che propongono anche altri due appuntamenti.
Sabato 28, presso il museo etnografico ŽLe arti anticheŽ, a partire dalle 10.30 alle 12.30 ŽIl Museo racconta...Ž, un laboratorio di creatività dedicato ai bambini per far nascere lŽamore e il gusto alla lettura, nonché alla conoscenza e scoperta delle tradizioni.





Cumintzu de pàgina   Stampa Imprenta custa pàgina   e-mail Imbia custa pàgina   Condividi Cundividi
Servitzios Bibliograficos Sardos