Vai direttamente al contenuto

SBS

Servizi Bibliografici Sardegna

Servizi Bibliografici Sardegna
     
  
Password dimenticata?
Abbonati ora!

Cabudanne de sos poetas Quando la poesia è donna

Rassegna stampa | La Nuova Sardegna | Sab, 3 Agosto 2013
CAGLIARI. Non è solo roba di nicchia, e neppure per gente particolarmente attaccata al passato. Dal 5 all´8 settembre a Seneghe la poesia sarda si prende il suo spazio, aprendosi al pubblico e al confronto con il mondo nella nona edizione del Cabudanne de sos poets (Settembre dei poeti), quattro giorni in cui a scandagliare il tempo sarà il ritmo di una comunità riunita dalla passione per i versi, ma anche per la musica e per il teatro. Organizzato dall´associazione Perda sonadora, rispetto al passato il festival si presenta con alcune novità. La prima è l´attenzione rivolta alle donne: seguendo l´esempio della casa editrice Einaudi, che alle più interessanti nuove poetesse ha dedicato un´intera raccolta, la manifestazione (che quest´anno ha per direttore artistico il poeta Franco Loi), ha inserito tra i suoi ospiti sei autrici. Si va da Chandra Livia Candiani, prolifica poetessa di lungo corso, a Ida Vallerugo, apprezzatissima autrice friulana, sino alla cagliaritana Rossana Abis, passando per le giovani Annalisa Teodorani e Franca Mancinelli.
La seconda novità è la scelta del direttore artistico: d´ora in avanti il festival avrà ogni anno un direttore artistico diverso. Così, se stavolta è Franco Loi, per il 2014 è già stata chiamata la poetessa Mariangela Gualtieri. Non cambia invece il profilo del programma, nutrito e di alto profilo («Vogliamo contribuire al dibattito culturale in Sardegna», dice Mario Cubeddu, presidente di Perda sonadora), con alcune chicche come la presenza di Bruno Tognolini che l´8 settembre presenterà in anteprima il suo libro «Rime raminghe», in uscita a settembre per Salani. Scorrendo il fitto programma, tra i diversi appuntamenti (sono organizzati anche laboratori per i più piccoli) sono da segnalare gli incontri con i poeti sardi, come quello del 6 settembre con Roberto Concu e Giambattista Piroddi, o quello, l´otto, con Rossana Abis che leggerà i suoi testi in una serata che vedrà protagoniste anche Franca Mancinelli e Annalisa Teodorani. Saranno presenti anche le avanguardie europee con i giovani catalani Jaume Pons Alorda e Anne Gual. Ampio spazio sarà dedicato anche ai dibattiti: il primo, il 6, vedrà Giacomo Serreli e Marco Lutzu ripercorrere le origini della etnomusicologia sarda. Mentre il 7, il regista Giovanni Colombu parlerà dal suo film ´Su Re" insieme a Tore Cubeddu, Franco Loi e Gabriella Caramone. Domenica 8, invece, Mariangela Sedda e Bruno Tognolini dialogheranno con Gabriella Caramore. Da segnalare c´è anche la collaborazione con il Club Tenco, grazie al quale sarà possibile riascoltare i grandi protagonisti della canzone d´autore italiana in ´Quarant´anni di Premio Tenco´. Una curiosità: il logo dell´edizione 2013 del festival è disegnato da Leonardo Sonnoli, che ha proposto un carattere inedito basato sull´incontro tra poesia visiva e alfabeto sonoro.

Inizio pagina   Stampa Stampa questa pagina   e-mail Invia questa pagina   Condividi Condividi
Servizi Bibliografici Sardegna